Lunedì, 11 12 2017

10 Anni Insieme


Testo: Luca Contu    Foto:Bonsai Club Sardegna


Bonsai a tutti,
gentile Redazione UBI mi chiamo Luca Contu e attualmente rivesto la carica di Segretario nel Bonsai Club Sardegna.
In occasione del decennale del Bonsai Club Sardegna che ricade proprio nel 2015, era mia intenzione fare una sorpresa a tutti i soci, riassumendo in un piccolo articolo i momenti più belli della storia del club di questi 10 anni trascorsi insieme.
La storia del nostro club è abbastanza recente e risale al 2005, quando un piccolo gruppo di appassionati dell'arte Bonsai del sud Sardegna iniziava a condividere le proprie esperienze bonsaistiche riunendosi in un piccolo locale di Iglesias, messo a disposizione da Stefano (alias Re di Olea), dando vita con i primi incontri e scambi di idee a ciò che al giorno d’oggi è diventato una solida realtà costituita da più di venti soci, ed un punto di riferimento per tutti i bonsaisti sardi.

Il fatto di vivere in un'isola come la nostra offre tanti lati positivi ma allo stesso tempo ha i suoi svantaggi, infatti i primi tempi della vita associativa non sono stati facili, soprattutto per i pochi o addirittura assenti contatti con il mondo bonsaistico della penisola, inoltre a parte la nostra associazione, nessun altro club era presente in Sardegna e di conseguenza nessuna scuola di bonsai riconosciuta aveva sede qui da noi. Praticamente si era tutti autodidatti!!


Pur consapevoli di non avere piante di alto livello organizziamo comunque la prima esposizione dei nostri lavori in un giardino gentilmente concesso da una parrocchia di Iglesias, dove aveva inizialmente sede il club.

Questa manifestazione riscuote un notevole successo, forse perché ancora il mondo dei bonsai era sconosciuto ai tanti visitatori accorsi per l’evento e i complimenti per l’iniziativa sono stati davvero tanti. Nei primi anni di associazione cerchiamo di coltivare al meglio le nostre piante, rubando ogni genere di informazione da libri, riviste, internet e scambi di esperienze tra di noi.
Alla fine del 2007 raggiungiamo un piccolo obbiettivo; il primo workshop con gli Istruttori Stefano Frisoni e Emilio Capozza.
Finalmente stavamo muovendo i primi passi nel mondo bonsai.
Da qui iniziano infatti i primi contatti da parte di alcuni soci con le scuole di Crespi e di Progetto Futuro.
Per la prima volta nel 2008 una delegazione di soci del Bonsai Club Sardegna partecipa ad un congresso nazionale dell’ UBI, quello di Arco di Trento.


Si può ben notare la felicità del gruppo!...


A partire da quell’esperienza le partecipazioni alla mostra UBI sono diventate un appuntamento annuale da non perdere e l’anno successivo (nel 2009) partecipiamo anche alla prima edizione del
concorso riservato ai club Bonsai Story.


Il risultato è stato strabiliante e inaspettato per il primo premio assegnato ad un olivastro del Club.


Per il congresso UBI 2010 di San Marino i soci Luca e Stefano collaborano con Peter Warren alla lavorazione di un grande pino silvestre.


Numerose iniziative e partecipazioni a manifestazioni nelle quali abbiamo esposto i nostri lavori hanno fatto avvicinare tanti nuovi soci al nostro club…e di conseguenza la nostra piccola sede iniziava ad essere stretta.
Per gentile concessione dell’ amministrazione comunale di Vallermosa abbiamo avuto una nuova sede più grande dove poter svolgere incontri mensili, mostre, manifestazioni e workshop.


A maggio del 2010 l’appuntamento con l’esposizione annuale delle piante del Bonsai Club Sardegna è nella splendida cornice dell’orto botanico della città di Cagliari. L’affluenza è stata oltre tutte le aspettative e i visitatori della mostra-convegno sono stati circa 2000 divisi in due giornate.
In quell’ occasione il Bonsai Club ha iniziato un percorso didattico che portiamo avanti da cinque anni con il Maestro Enrico Savini.

Nel 2011 per la prima volta nella storia del Club i soci Maurizio e Stefano espongono le proprie piante al Congresso UBI di Sanremo, un fico su roccia e un olivastro.

Da diversi anni collaboriamo alla vendita dei bonsai per beneficenza con l’Associazione Nazionale ANLAIDS e prestiamo anche una notevole attenzione alla comunicazione con le nuove generazioni sui temi del rispetto per la natura.

 

 

Bellissima anche l’esperienza alla partecipazione del Trofeo per i Club del congresso UBI di Vieste 2013.

Per maggio 2013 il consueto appuntamento annuale è stato al Palazzo Regio di Cagliari con una rappresentazione delle 4 stagioni. E’ stato tutto molto suggestivo!

Diversi eventi e manifestazioni sono stati organizzati in tutti questi anni con la collaborazione da parte di tutti i soci e i risultati ci hanno ripagato sempre per tutti gli sforzi e l’impegno.


Il presidente Vanni con l’ultimo socio Massimo in occasione di una delle ultime mostre.


In questi ultimi anno il bagaglio tecnico-artistico dei soci rispetto al passato è migliorato tantissimo e ciò ci ha permesso di partecipare a importanti manifestazioni nazionali, quali Congressi UBI, Crespi Cup, Giareda e altre.
La voglia di fare bonsai e divulgare la nostra arte è sempre stata una costante per il nostro club, evidenziata soprattutto dalle tante iniziative culturali e didattiche che ne sottolineano la linea di pensiero che da 10 anni portiamo avanti.
I nuovi soci iscritti al club come da regolamento interno vengono automaticamente tesserati all’UBI, poiché siamo fermamente convinti che solo con un’associazione Nazionale Unita si potrà fare tanto per il movimento bonsaistico italiano.


Colgo l’occasione per ringraziare il Consiglio Direttivo UBI e tutti i soci del Bonsai Club Sardegna per questi 10 anni ed i prossimi da trascorrere insieme.

Buon Bonsai a tutti
                                  Luca Contu

Share

Commenti   

 
+2 #2 gian piero 2016-02-07 02:15
complimenti sono un vechio apassionato ed esperto nella materia, io vivo per larte o un bel terreno dove lo sto piano piano organizando per piantare la mia passione .
io li costruisco vivo dentro la pianta sino ad arivare alla sua bellezza ,la mia pasione per larte e concentrato specialmente nelle piante sarde come su pirastus cercando di alevarla in vaso e poi farli un innesto di pere camusine ,e altre specie ma sempre col tronco del pirastu sto prefabricando delle piante di mirto in miniatura su murdegu quercia e cosi via ok vi saluto con un augurio e buon prosequimento
Citazione

 
 
+2 #1 gian piero 2016-02-07 02:02
complimenti sono un vecchio apasionato ed esperto nell'arte da 20 anni circa so cosa vuol dire amare e vivere dentro l "albero che si costruisce vi faccio sapere che o cominciato a creare bonsai di pere camusine piante pienamente sarde piu avanti le inesto per presentarle con le pere, in vaso e cerco di tenerli piu picole posibile
Citazione

 

Aggiungi commento

per poter commentare gli articoli è necessario essere iscritti al sito


Codice di sicurezza
Aggiorna

cerca